Borghi antichi nelle Marche

5 Borghi più belli nelle Marche

La regione Marche e ricca di: panorami, storia, cultura, tradizioni e gastronomia! Terra di colline, spiagge, coltivazioni e borghi classificati tra i più belli d’Italia. Sei curioso? Ti facciamo scoprire i migliori paesaggi incontaminati e la ricchezza di tesori spesso poco conosciuti ti portiamo in un viaggio tra fortezze medievali e chiese antiche. Una mini guida dei borghi delle Marche: i cinque più belli che non puoi perdere, per una vacanza all’insegna di bellezza ed eleganza.

Grottammare

A sud della regione, in provincia di Ascoli Piceno, incontriamo questa deliziosa città formata da belle spiagge, cordialità, un patrimonio architettonico importante, ma soprattutto è qui che si possono trovare dei legami con lo Stato Pontificio. Gli esempi sono nelle chiese di San Giovanni Battista al cui interno si trova il Museo di Sisto V, la chiesa di Santa Lucia progettata da Fontana.

Poi ancora, la chiesa di Sant’Agostino, costruita nel 1517; e quella di San Martino, fondata dai monaci benedettini. Passeggia per il luogo alla scoperta delle sue meraviglie, le piazze lastricate, i punti panoramici strepitosi, e i musei.

E poi degusta un buon piatto a base di pesce che la cucina locale offre, da non perdere il brodetto di pesce. Sempre in questo borgo sono celebri le frestinghe, un dolce invernale a base di frutta secca.

Scopri le i borghi più belli delle Marche in un viaggio nel tempo, esplorandoli nella loro bellezza antica. Una vacanza romantica di coppia o in compagnia della tua famiglia, ti basta solo prenotare il soggiorno ideale e partire all’avventura.

Offida

Situato in provincia di Ascoli Piceno questo borgo antico è circondato da mura castellane del XV secolo. Si colloca tra le valli del Tesino e del Tronto ed è noto per la lavorazione del merletto al tombolo. Offida ha contaminazioni occidentali e orientali.

Un esempio è la Chiesa della Collegiata che ha influenze greche, romaniche, lombarde e barocche. Di rilievo è anche la Chiesa di Santa Maria della Rocca, posta su un dirupo, che ha un’architettura romanico-gotica in cotto. Splendido è anche il Teatro del Serpente Aureo, ricco di stucchi e intagli dorati.

Per una pausa degustativa, nel centro storico, puoi trovare l’enoteca regionale dove puoi dedicarti ad una panoramica completa delle eccellenze enogastronomiche locali.

Cingoli

Questo piccolo gioiello si trova in provincia di Macerata, appoggiato sulla vetta del Monte Circe. Cingoli è conosciuto anche come il Balcone delle Marche proprio per la meravigliosa vista che puoi goderti da questo luogo. Di origine medievale il borgo è ricco di palazzi nobiliari, chiese e musei, tra questi il Museo Archeologico.

La cittadina è famosa per la sua cattedrale, e si trovano anche esempi architettonici rinascimentali e barocchi. In queste zone puoi immergerti nella natura e percorrere numerosi percorsi ed escursioni. Se ci passi a luglio non perderti l’interessante rievocazione storica Cingoli 1848.

Sarnano

È situato in provincia di Macerata questo favoloso borgo situato ai piedi dei Monti Sibillini. Le sue origini sono molto antiche. Basti pensare che fu donato come feudo ai veterani di Augusto. Nel suo medievale centro storico si trovano vie antiche, scalinate, piazze come Piazza Alta, che merita sicuramente una sosta.

Poi ci sono il Teatro della Vittoria, il Palazzo della Podestà, quello dei Priori e tanti musei imperdibili tra cui il Museo Civico. Oltre all’arte e alla storia, a Sarnano puoi anche dedicarti alle attività all’aria aperta e allo sport.

Il territorio infatti è celebre per i percorsi di trekking, di mountain bike e di sci. Ci sono anche le terme, alimentate da tre sorgenti, se vuoi fare una pausa rilassante nel tuo viaggio marchigiano. L’evento celebre in questa cittadina è il Festival medievale Castrum Sarnani che si svolge ad agosto.

Corinaldo

Si trova in provincia di Ancona, in cima ad una collina nell’entroterra di Senigallia. Corinaldo è un delizioso borgo medievale circondato da un’imponente cinta muraria quattrocentesca di 912 metri. Ed è immerso nei vigneti da cui si produce il celebre Verdicchio.

Il suo centro, chiamato Piaggia, è una scalinata di cento gradini, per questo viene anche chiamato Cento Scale. Ai lati si dispongono le sue case in mattoni rossi. In paese puoi visitare il Palazzo Comunale e la Pinacoteca civica Claudio Ridolfi, magnifica e ricchissima collezione d’arte custode di opere mirabili. Ma anche le tante chiese tra cui quella barocca dell’Addolorata, il Santuario di Santa Maria Goretti e la sua casa natale.

Lascia un commento

Note: Comments on the web site reflect the views of their authors, and not necessarily the views of the bookyourtravel internet portal. Requested to refrain from insults, swearing and vulgar expression. We reserve the right to delete any comment without notice explanations.

Your email address will not be published. Required fields are signed with *